Roma-Napoli: non siamo poi così diversi, specialmente a tavola

Roma-Napoli Roma-Napoli
Le due città

Roma-Napoli: non siamo poi così diversi, specialmente a tavola

 

 

Sordi, Fabrizi, Proietti da una parte; Totò, Eduardo e Troisi dall’altra. Nomi che hanno caratterizzato un’epoca e che hanno portato il nome di Roma e Napoli alla ribalta. Improvvisazione, accoglienza e ironia: tratti tipici dei romani e dei napoletani. Due popoli che, con le dovute differenze, non sono dopotutto così lontani culturalmente parlando. Il sole che bacia le due città è luce in comune che carezza monumenti e vicoli con il dolce soffio del ponentino e con la fresca brezza di mare. Roma e Napoli, seppur contraddistinte da rivalità, condividono un’anima sacra, profana e popolare. 

E questa propensione popolare dove si può riscontrare se non nella tradizione culinaria? La grande semplicità dei romani e dei napoletani si può ritrovare nei numerosi piatti della tradizione: piatti genuini e veraci, spontanei nella loro sincerità. E come non pensare alla carbonara e alla pizza? Al supplì e alle frittatine di pasta? Tutte pietanze con un minimo comun denominatore: l’autenticità. Forse non esistono due città al mondo con un carattere così forte, tale da infondere nella cucina il proprio spirito.  

A testimonianza della spontaneità culinaria che lega Roma a Napoli, negli ultimi anni entrambe le tradizioni culinarie sono state caratterizzate da continue sperimentazioni e contaminazioni; a volte riuscite, a volte meno. La semplicità degli ingredienti favorisce di certo combinazioni nemmeno troppo complicate, ma è forse proprio la stessa semplicità a far sì che l’enfasi prenda il sopravvento sul piatto generando, talvolta, mix improbabili. 

Ma ci sono realtà che hanno fatto della contaminazione un caposaldo della loro cucina, che hanno saputo associare elementi di entrambe le tradizioni, senza sminuirne i fondamentali. 

 

Mariuccia, un pezzo di Napoli nel cuore di Roma 

Situato in Piazza della Cancelleria, angolo Campo de’ Fiori, Mariuccia è un ristorante pizzeria che offre alla propria clientela cucina tipica partenopea in chiave moderna. Dalla pizza alle frittatine di pasta, Mariuccia sa come accontentare la clientela attraverso una proposta ricercata che ha come focus tradizione e varietà. Il fritto di Mariuccia è annoverato come uno dei più buoni del centro di Roma: dalle frittatine di pasta a alle montanarine (soffici pizzette ricoperte di salsa di pomodoro/pistacchio e mortadella/alici e stracciatella/genovese), dalle pizze fritte ai supplì rivisitati. Ma la specialità della casa è senz’altro il crocchettone, ovvero una lunga crocchetta di patate che può essere farcita con polpo, friarielli e salsiccia, porchetta, pistacchio. Mariuccia, a Campo de’ Fiori, è il luogo adatto per associare un’ottima pizza ad un fritto spettacolare. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MARIUCCIA (@mariucciagroup)

 

CarboNà, la carbonara di Napoli

In Corso Europa 460, a Villaricca (Napoli) è situato CarboNà, un posto unico che dal 2020 ha aperto le porte ai napoletani curiosi di degustare una cucina diversa da quella partenopea. Carbonara, cacio e pepe e amatriciana… i classici piatti della tradizione romana preparati con uova biologiche e tonnarelli freschi prodotti da un pastificio artigianale nei pressi. Ad accompagnare il tris romano, possiamo trovare i carciofi alla giudia, la trippa, la coda alla vaccinara. CarboNà, inoltre, è anche pizzeria dove troverete rivisitazioni della pizza stessa in chiave romana. CarboNà: un’osteria romana in quel di Napoli.  

 

Annamo da a’ Romana, da Ariccia a Pomigliano d’Arco

In via Roma, 230 a Pomigliano d’Arco a pochi minuti da Napoli, troviamo una fraschetta tipica dei castelli romani, Annamo da a’ Romana. Nata ad Ariccia, nei dintorni di Roma, la fraschetta offre prodotti tipici del territorio laziale come gli arrosticini, la porchetta, i primi piatti romani, salsicce e contorni del territorio succitato, accompagnati rigorosamente con i dai vini dei Castelli Romani. Un esperimento che ha già fatto impazzire il popolo napoletano e che continua a spopolare. Nel 2023, inoltre, è stato lanciato l’aperitivo della casa, un mix di taglieri di salumi e formaggi tipici della zona, contornato da birre artigianali prodotte nella zona dei Castelli. Fraschetta Annamo da a’ Romana: un esperimento riuscito.  

 

Smmack Studio

KTP

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use