La cucina del Sud a Roma, 4 ristoranti da provare in vista dell’estate

Sud Italia Sud Italia
Banco del pesce

“In Italia si mangia bene un po’ dappertutto”, classico luogo comune associabile all’anacronistico “non esistono più le mezze stagioni”. Stereotipi, luoghi comuni che, però, non si discostano tanto dalla realtà. In effetti, da Nord a Sud possiamo trovare ricette, tradizioni, piatti che hanno reso il nostro paese famoso in tutto il mondo. Eccellenze italiane che tanti ci invidiano e che con orgoglio sventoliamo a più riprese. 

Ci occuperemo oggi di raccontare, tramite la cucina di quattro ristoranti su Roma, il cibo del Sud: tradizioni che riflettono la passione e la dedizione di gente visceralmente legata al territorio, alle proprie origini e alle usanze tramandate di generazione in generazione. 

Campania, Calabria, Puglia e Sicilia: quattro ristoranti su Roma e provincia:

 

GINO CAPITONE

Nato pochi mesi fa, Gino Capitone in Piazzale di Porta Pia, è una vera e propria chicca partenopea. “Fratello” di Ciro Purpetta, locale sempre su Roma, Gino Capitone propone un menù tipico napoletano sfoggiando piatti di pesce e pizza alla ruota di carro. Ogni prodotto, dalla pasta alla pizza, per passare alla mozzarella e al tonno, provengono direttamente dalla provincia di Napoli per assicurare alla clientela materie prime di qualità direttamente dal territorio campano. Proposte di terra e di mare in linea con la tradizione partenopea in tutto e per tutto. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gino Capitone (@ginocapitone)

 

LA BOTTEGA DEL PEPERONCINO

Dalla ‘nduja del comprensorio di Spilinga ai prodotti caseari lavorati a mano tra le montagne della Sila, l’unicità dei piatti è corrisposta da un’altrettanta cura dei dettagli e da una costante ricerca di originalità. Parliamo de La Bottega del Peperoncino, locale situato in Via Enrico Berlinguer 29 a Fiumicino, un ristorante che propone primi piatti della tradizione calabrese e che fa della bottega un vero e proprio punto di vendita di prodotti tipici. E se pensate che Calabria sia sinonimo di piccante, alla Bottega assaggerete sapori unici e diversi non per forza legati al peperoncino: dai formaggi della Sila alle confetture di fichi e pesche, dalla crema di pomodori secchi alle specialità sott’olio. 

 

L’APULIA OSTERIA PUGLIESE

In zona San Lorenzo, precisamente in Via degli Umbri 10, troviamo L’Apulia Osteria Pugliese, un progetto partito da lontano e che ora offre ai romani specialità pugliesi. L’Apulia nasce come apecar e piano piano conquista la clientela con prodotti come il polpo fritto tipico della Puglia. Il ristorante non intende discostarsi dal clima popolare tipico di chi partecipa ai festival o alle sagre con l’apecar, ma accoglie la clientela in un ambiente familiare, classico da osteria. Dai taglieri di mare al tris di polpo, dalle friselle alle orecchiette sino ad arrivare alle bombette, L’Apulia propone menù tipici pugliesi ponendo l’accento sulle ricette a base di polpo, fiore all’occhiello dell’attività. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ristoranti Roma (@pranzoceneroma)

 

SICILIAINBOCCA

In Via Emilio Faà di Bruno 26 è situato Siciliainbocca, un’istituzione della cucina siciliana nel cuore di Roma. Quest’anno l’attività festeggerà 25 anni, un quarto di secolo che testimonia la capacità di trasmettere i veri sapori della Sicilia con passione e dedizione. Panelle, caponate, arancini o arancine (scusate amici siciliani!) sono solo alcuni degli antipasti serviti da Siciliainbocca. Per quanto riguarda i primi, l’esplosione di gusto è garantito con la pasta e risotti conditi da profumi di limone e arancia, dalla dolcezza avvolgente del pistacchio di Bronte e dalla qualità del pescato. Ovviamente, nel pieno rispetto della tradizione siciliana, non mancano nel lista dei dessert cannoli, pasta di mandorle e cassate.



Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use