Un Appello Urgente per la Viticoltura Abruzzese

Un Appello Urgente per la Viticoltura Abruzzese - Giridipasta.it

Introduzione:
Quattro mesi dopo il decreto di stato di calamità per la viticoltura abruzzese, colpita nel 2023 dalla peronospora con gravi conseguenze, il settore vitivinicolo della regione si trova in una situazione di estrema difficoltà. Nonostante le promesse di aiuti, una lettera corale inviata alle più alte cariche istituzionali denuncia la mancanza di erogazioni di risorse, mettendo in luce l’urgente bisogno di sostegno per le aziende viticole abruzzesi.

La Richiesta di Aiuto al Governo e alle Istituzioni

L’appello, sottoscritto da numerose associazioni del comparto vitivinicolo abruzzese, è diretto al presidente del Consiglio, al ministro dell’Agricoltura, al presidente della Regione Abruzzo, all’assessore regionale all’Agricoltura e all’Associazione bancaria italiana. Le organizzazioni chiedono risposte concrete e tempestive, denunciando la mancanza di attuazione delle provvidenze previste e la carenza di informazioni dettagliate sulle modalità di accesso agli aiuti statali.

La Criticità delle Mancanze Istitutionali

Nella lettera, si fa riferimento alla necessità di attivare le provvidenze promesse, sottolineando come le indicazioni vaghe del sistema bancario rendano difficile per le aziende accedere agli indennizzi attesi. Questa situazione, secondo il comparto vitivinicolo abruzzese, potrebbe portare le imprese in gravi difficoltà finanziarie a breve termine, mettendo a rischio la loro stessa esistenza.

Le Richieste Chiarificatrici per il Futuro del Settore

Tra le richieste presentate, vi è la necessità urgente di conoscere i tempi di erogazione dei contributi da parte di Agea, fondamentali per garantire un adeguato sostegno alle aziende del settore. Inoltre, si chiede chiarezza sulle modalità di attivazione dei prestiti e sulla sospensione dei mutui esistenti, evidenziando l’importanza di avere certezze riguardo ai tempi di implementazione delle misure adottate dalla Regione Abruzzo.

L’Appello alla Certezza e alla Tempestività degli Aiuti

Alessandro Nicodemi, presidente del Consorzio di tutela vini d’Abruzzo, sottolinea che per le migliaia di aziende viticole abruzzesi coinvolte, è essenziale non solo lo stanziamento delle risorse, ma soprattutto la garanzia dei tempi di erogazione degli aiuti. La sopravvivenza del comparto vitivinicolo abruzzese dipende dalla prontezza e dall’efficacia delle azioni messe in atto dalle istituzioni competenti, al fine di evitare conseguenze devastanti per le aziende e per l’intero settore.

Un Appello Unanime per un Futuro Sostenibile

La lettera inviata alle istituzioni rappresenta un grido d’allarme da parte di un intero comparto produttivo che, nonostante le difficoltà, continua a lottare per preservare il patrimonio vitivinicolo abruzzese. L’unione delle varie associazioni del settore evidenzia la necessità di un intervento immediato e mirato, al fine di garantire la continuità delle aziende e la tutela di un’eredità enologica di inestimabile valore per la regione e per l’intero Paese.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use