Tequila in declino: l’Italia riduce le importazioni dal Messico

Tequila in declino: l'Italia riduce le importazioni dal Messico - Giridipasta.it

Introduzione:
Le importazioni di tequila in Italia dal Messico hanno subito una significativa diminuzione del 38,2% nei primi quattro mesi del 2024 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questa tendenza sta influenzando il mercato del distillato nel Bel Paese, con dati che evidenziano variazioni nelle preferenze dei consumatori e nelle dinamiche commerciali.

Tequila mista: calo del 72,6%

Nel dettaglio, si registra un’imponente contrazione del 72,6% negli acquisti di tequila mista, la tipologia di qualità più bassa che non utilizza zuccheri provenienti dall’agave tequilana Weber della varietà blu. Questa variazione impatta direttamente sulla produzione e sull’offerta di questa categoria di tequila, caratterizzata da specifiche tecniche di coltivazione e lavorazione.

Tequila 100% agave: riduzione del 17,9%

Le vendite di tequila di alta qualità, 100% agave, provenienti dal Messico e dirette verso l’Italia, hanno subito anch’esse un calo significativo del 17,9% nel periodo che va da gennaio ad aprile del 2024 rispetto al primo trimestre del 2023. Questi dati indicano un cambiamento nelle preferenze dei consumatori italiani, che potrebbero orientarsi verso altre bevande alcoliche o verso diverse marche di tequila presenti sul mercato.

Posizionamento dell’Italia nel mercato mondiale della tequila

Con questi cali nelle importazioni, l’Italia si colloca attualmente al sesto posto tra i principali importatori mondiali di tequila nel 2024. Paesi come Stati Uniti, Germania, Spagna, Canada e Giappone precedono l’Italia in termini di volumi di acquisto di questo distillato messicano. Questo scenario sottolinea i cambiamenti in atto nel settore delle bevande alcoliche nel panorama internazionale, con un’attenzione particolare al mercato italiano e alle sue dinamiche di consumo.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use