Intervista a Rosario Rapisarda: “La mia Sicilia, tra passione e tradizione culinaria”

Rosario Rapisarda Rosario Rapisarda
Rosario Rapisarda

INTERVISTA A ROSARIO RAPISARDA

 

–  Innanzitutto, come nasce la tua passione per la cucina?

– Senza dubbio dico sopravvivenza. A 11 anni ho dovuto cominciare a cucinare da solo, appunto per sopravvivenza. Da quel momento oltre alla necessità è sopraggiunta anche la curiosità per l’arte culinaria. Giorno dopo giorno ho affinato le mie doti in cucina e la passione è cresciuta sempre più. Dopo aver frequentato la scuola alberghiera, mi sono laureato in scienze e tecnologie alimentari e da lì ho iniziato a lavorare nelle cucine e nel settore alberghiero. 

 

– Come sei diventato Food influencer?

– Mentre facevo il cuoco, ho iniziato a creare ricette per conto mio, un modo per mettere in mostra tutta la mia passione e la mia conoscenza. In seguito ho frequentato numerosi ristoranti e ho iniziato a creare contenuti, grazie anche all’esperienza che avevo alle spalle. Pertanto, sapevo bene come raccontare i piatti che avevo davanti. Da quel momento ho deciso di farne un mestiere. 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rosario Rapisarda (@rosariorapisarda)

– I social hanno influito molto sull’ambito food, in che modo evolverà questo rapporto in futuro?

-Sì, i social hanno influito molto sulla ristorazione e sul food in generale. Ciò che mi auguro per il futuro è un ridimensionamento del trash e che si punti alla valorizzazione dei prodotti territoriali nonché alla relativa qualità. 

 

– Raccontaci un’esperienza bizzarra che hai avuto in un ristorante, qualora tu ne abbia avute!

– Una volta sono stato chiamato da un locale con il quale avevo instaurato una collaborazione. Mi avevano promesso prodotti e materie prime di qualità. Avrei dovuto sponsorizzare anche dei prodotti andati a male. Pensavo scherzassero, pertanto ho assaggiato questi prodotti ed erano effettivamente scaduti. Mi sono alzato e me ne sono andato.

 

– Infine, ci piacerebbe conoscere, grazie alla tua esperienza, cinque street food da provare in Sicilia per la prossima estate. 

Certo! Allora, potrei dirti: Pasticceria Scimone a Palermo – Pane di Mare ad Ortigia. A Catania in ogni angolo della città puoi trovare delizie sia dolci che salate. 

 

Smmack Studio

KTP

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use