Un’ode alla biodiversità vitivinicola siciliana: La Vigna del Gallo “Diego Planeta”

Un'ode alla biodiversità vitivinicola siciliana: La Vigna del Gallo "Diego Planeta" - Giridipasta.it

Nel suggestivo Orto Botanico dell’Università degli Studi di Palermo si erge la maestosa Vigna del Gallo “Diego Planeta”, un’oasi dedicata alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio vitivinicolo dell’isola. Un progetto che unisce tradizione e innovazione, con un occhio attento al turismo enologico e alla sostenibilità.

La custodia dei tesori viticoli siciliani

La Vigna del Gallo, orgoglio dell’Orto Botanico, accoglie con fierezza ben 95 biotipi di vitigni autoctoni, tra cui spiccano varietà illustri come il Grillo e il Nero d’Avola. Un’esplorazione sensoriale e culturale che celebra la ricchezza della storia enologica dell’isola, dimostrando come la valorizzazione della memoria storica possa avvenire attraverso pratiche agricole innovative e sostenibili.

Un’iniziativa che unisce istituzioni

Frutto della sinergia tra il Sistema Museale dell’Università di Palermo, il Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia e il Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali, la Vigna del Gallo è uno scrigno di conoscenza e bellezza. Inaugurata nel 2018, occupa con fierezza uno spazio di 200 metri quadri nel cuore dell’Orto Botanico, riprendendo l’eredità dell’antico vigneto del piano di Sant’Erasmo, antico possedimento del duca Ignazio Vanni d’Archirafi.

La Vigna del Gallo come simbolo di impegno e promozione

Il Vicepresidente del Consorzio, Filippo Paldino, sottolinea l’importanza della vigna come veicolo di biodiversità e impegno nella tutela dei vitigni autoctoni siciliani. Inserita nell’Associazione internazionale degli orti urbani, la Urban Vineyard Association, la Vigna del Gallo contribuisce a elevare l’Orto Botanico di Palermo a fulcro di cultura, natura e enogastronomia. Un luogo che incanta gli amanti del vino e della bellezza, rendendo omaggio alla storia e al territorio siciliano.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use