Un’importante tappa verso il futuro dell’Oiv: visita dell’Hotel Bouchu de Lessart a Digione

Un'importante tappa verso il futuro dell'Oiv: visita dell'Hotel Bouchu de Lessart a Digione - Giridipasta.it

Il Rappresentante permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Parigi, Luca Sabbatucci, ha recentemente visitato a Digione l’Hotel Bouchu de Lessart, che presto diventerà la sede dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino . Accompagnato dal presidente dell’Oiv, Luigi Moio, e dal direttore generale, John Barker, Sabbatucci ha esplorato l’edificio che sarà inaugurato come sede ufficiale del prossimo congresso mondiale del vino e della vigna.

Lavoro strategico dell’Oiv nell’industria vinicola

La visita del Rappresentante permanente Luca Sabbatucci ha offerto l’opportunità di approfondire il lavoro strategico e scientifico svolto dall’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino. Con l’importante contributo dell’Italia nel settore vinicolo, è fondamentale valorizzare il ruolo che l’Oiv gioca nella regolamentazione e promozione della produzione e del consumo di vino a livello globale.

Il futuro dell’Oiv e il ruolo chiave dell’Italia

L’Hotel Bouchu de Lessart a Digione si prepara a diventare la nuova sede dell’Oiv, simbolo di un impegno comune verso l’innovazione e lo sviluppo sostenibile nel mondo del vino. L’inaugurazione prevista in coincidenza con il 45° congresso mondiale del vino e della vigna sottolinea l’importanza della collaborazione internazionale e il ruolo cruciale che l’Italia svolge nel plasmare il futuro dell’industria vinicola a livello globale.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use