Un’estate salata: i prezzi esorbitanti delle aree di servizio autostradali

Un'estate salata: i prezzi esorbitanti delle aree di servizio autostradali - Giridipasta.it

Introduzione:

La stagione estiva del 2024 è in pieno svolgimento e per molti italiani la scelta di viaggiare lungo le autostrade della penisola porta con sé non solo la bellezza dei paesaggi, ma anche costi sempre più elevati per una pausa in un’area di servizio. Secondo l’ultima indagine condotta da Altroconsumo in 22 diverse aree di servizio tra le principali città italiane come Milano, Napoli, Roma e Venezia, i prezzi dei prodotti alimentari e delle bevande hanno subito un’impennata che mette a dura prova il portafoglio dei viaggiatori.

Aree di servizio: prezzi alle stelle

Nei punti di ristoro lungo le autostrade, il prezzo medio di un semplice panino può raggiungere la cifra di 7 euro, rappresentando un aumento del 70% rispetto ai normali bar cittadini dove il costo è di circa 4,20 euro. E non è finita qui: per una colazione veloce, il prezzo di un cappuccino si aggira intorno a 1,84 euro, mentre per una brioche si arriva a pagare 1,72 euro, con incrementi del 12% e del 26% rispetto ai bar tradizionali. Anche per un semplice caffè si spende di più, con una media di 1,35 euro, corrispondente al 14% in più rispetto ai bar di città.

Bevande e dolci a prezzi sproporzionati

L’analisi di Altroconsumo non riguarda solo i pasti principali, ma anche le bevande e i dolci. Un litro d’acqua, naturale o frizzante, ha un costo medio di oltre 3 euro, lontano dai 0,67 euro al litro nei supermercati. Anche le bibite gassate come aranciata e cola, vendute in diversi formati dai 500 ai 330 ml, hanno un prezzo medio di circa 8 euro al litro, un’enormità rispetto ai prezzi di mercato.

Gelati, snack e cioccolato: costi esorbitanti

Per chi desidera concedersi un gelato confezionato in autostrada, la spesa media si attesta intorno ai 3 euro, con un prezzo al chilo medio di 38,51 euro, una cifra sicuramente non da trascurare. Passando agli snack salati, un sacchetto di patatine ha un costo medio di 3,13 euro, con un prezzo al chilo di 23,08 euro, mentre per una tavoletta di cioccolato da circa 100 g si arriva a spendere in media 3,70 euro, con prezzi che variano da 1,20 a ben 6,29 euro, rendendo questi prodotti un lusso da potersi permettere solo in autostrada.

In un panorama in cui i costi delle aree di servizio autostradali sembrano sfuggire al controllo, i viaggiatori si trovano costretti a fare i conti con bollette salate per un pasto veloce o uno spuntino durante il tragitto. Con prezzi che superano di gran lunga quelli dei negozi tradizionali, la scelta di approvvigionarsi lungo l’autostrada sembra essere sempre più una necessità che un’opzione conveniente per i viaggiatori in cerca di una pausa durante il loro viaggio.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use