Un positivo consenso per il rinnovo del Ccnl nell’industria alimentare

Un positivo consenso per il rinnovo del Ccnl nell'industria alimentare - Giridipasta.it

Con la firma dell’accordo avvenuta lo scorso 1° marzo da parte di Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil e varie associazioni del settore, il 99,6% dei lavoratori nel settore dell’industria alimentare ha espresso il proprio consenso all’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro. Le parole dei segretari generali Onofrio Rota, Giovanni Mininni ed Enrica Mammucari sottolineano l’apprezzamento diffuso tra le lavoratrici e i lavoratori per le novità introdotte sia a livello procedurale che sostanziale. Il rinnovo, firmato da tutte le associazioni datoriali del settore, si configura come il punto di riferimento unico per l’intera industria alimentare italiana. Tra i punti salienti dell’accordo, vi è l’aumento salariale, il potenziamento del welfare contrattuale, l’avvio di un percorso per la riduzione dell’orario di lavoro mantenendo invariato il salario, l’implementazione di misure volte alla riduzione della precarietà e azioni concrete per contrastare la violenza di genere e le molestie sul lavoro, garantendo maggiori tutele alle vittime.

Un consenso unanime e significativo

Il 99,6% di lavoratrici e lavoratori dell’industria alimentare che ha espresso il proprio consenso all’ipotesi di accordo per il rinnovo del Ccnl rappresenta un dato significativo che conferma l’apprezzamento per le nuove disposizioni introdotte. Il rinnovo sottoscritto da tutte le associazioni datoriali del settore diventa quindi il punto di riferimento fondamentale per il comparto alimentare italiano. Gli aspetti positivi sottolineati dai segretari generali riguardano non solo l’incremento salariale, ma anche il potenziamento del welfare contrattuale e degli strumenti di bilateralità, l’avvio di un percorso per la riduzione dell’orario di lavoro senza riduzione di stipendio, nonché misure mirate alla riduzione della precarietà. Particolare attenzione è stata posta all’implementazione di azioni concrete per contrastare la violenza di genere e le molestie sul lavoro, con maggiori tutele previste per le vittime. La consultazione positiva è stata ufficialmente comunicata a tutte le associazioni datoriali, confermando il consenso raggiunto da lavoratori e sindacati nel settore alimentare a queste importanti novità contrattuali.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use