Un piano di ricostruzione per le campagne del Salento dopo la tragedia della Xylella

Un piano di ricostruzione per le campagne del Salento dopo la tragedia della Xylella - Giridipasta.it

Il progetto di riqualificazione paesaggistica nel Salento e di supporto alle aziende olivicole, presentato da Coldiretti Puglia, Unaprol Consorzio Olivicolo Italiano e Cai, Consorzi Agrari d’Italia a Squinzano, si pone come obiettivo principale la rinascita delle terre colpite dall’epidemia di Xylella che ha colpito duramente la regione pugliese.

Investimenti e assistenza agli olivicoltori

Il progetto prevede un significativo investimento destinato agli olivicoltori, con l’intento di affiancarli nella difficile opera di ricostruzione dopo la devastante diffusione della malattia. Attraverso il polo specialistico costituito da Coldiretti, Unaprol e Cai, verranno messe a disposizione delle aziende piante di olivo resistenti certificate e di alta qualità, mezzi tecnici per la lavorazione del terreno e la gestione degli impianti, servizi di assistenza tecnica specializzata per la progettazione, la realizzazione e la gestione degli impianti, consulenza agronomica e fitopatologica, oltre al supporto per l’accesso ai finanziamenti pubblici e privati.

La sfida della Xylella e le strategie di contrasto

Il diffondersi della Xylella ha provocato danni incalcolabili all’economia e al paesaggio pugliese, con milioni di piante infette e ettari interi colpiti dalla malattia. Secondo il presidente dell’Unaprol David Granieri, “non si può più parlare di emergenza, bensì di una crisi strutturale che richiede strategie di contrasto e monitoraggio sempre più efficaci per evitare ulteriori danni”. La Xylella rappresenta una minaccia non solo a livello regionale, ma anche nazionale ed europeo, mettendo a rischio la produzione di olio e l’intero comparto agricolo.

Una nuova visione per il futuro delle campagne pugliesi

Il presidente di Coldiretti Puglia, Alfonso Cavallo, sottolinea l’importanza di agire tempestivamente e con determinazione per preservare l’ambiente e il paesaggio tipici della regione. La creazione di un polo specializzato e l’adozione di varietà di olivo resistenti rappresentano un passo fondamentale verso la rinascita delle campagne del Salento e la salvaguardia di un settore agricolo fondamentale per l’economia locale.

Il ruolo delle istituzioni e della collaborazione tra enti

L’iniziativa promossa da Coldiretti Puglia, Unaprol Consorzio Olivicolo Italiano e Cai, Consorzi Agrari d’Italia, sottolinea l’importanza della collaborazione tra enti e istituzioni nell’affrontare le sfide legate alla diffusione di patologie che minacciano la biodiversità e l’economia delle aree rurali. Attraverso il coordinamento di risorse e competenze, è possibile sviluppare strategie di intervento efficaci e sostenibili per garantire un futuro migliore alle generazioni future.

Una nuova prospettiva per le campagne pugliesi

La creazione di un polo antixylella rappresenta un importante passo avanti nella lotta contro la diffusione della Xylella e nel supporto agli olivicoltori colpiti dalla malattia. Attraverso la fornitura di piante resistenti, servizi di assistenza tecnica e finanziamenti, si mira a sostenere la ricostruzione delle coltivazioni e a promuovere una gestione sostenibile del territorio. L’impegno congiunto di Coldiretti Puglia, Unaprol e Cai testimonia la volontà di fronteggiare in modo proattivo le sfide ambientali e economiche che affliggono le campagne pugliesi.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use