Ruolo centrale dell’agricoltura e dell’imprenditore agricolo: un impegno del Governo

Ruolo centrale dell'agricoltura e dell'imprenditore agricolo: un impegno del Governo - Giridipasta.it

Il Ministro per i rapporti con il Parlamento Luca Ciriani ha sottolineato l’importanza cruciale dell’agricoltura e dell’imprenditore agricolo per il Governo, ribadendo il ruolo fondamentale di questi settori nella difesa del territorio, del paesaggio e dell’ambiente. Le sue parole sono state pronunciate a margine del convegno organizzato dalla Coldiretti Fvg “L’agroalimentare in Friuli Venezia Giulia“.


Il sostegno al “Made in Italy” come simbolo di eccellenza

Luca Ciriani ha evidenziato che il concetto di “Made in Italy” rappresenta un’eccellenza italiana di cui spesso non siamo pienamente consapevoli, sottolineando che in Friuli Venezia Giulia si possono annoverare numerose eccellenze. Secondo il Ministro, l’agricoltura, il marchio “Made in Italy” e le eccellenze italiane sono elementi strettamente interconnessi che contribuiscono a valorizzare il patrimonio nazionale.


Un’impegno per la valorizzazione del settore agroalimentare

L’agricoltura non è soltanto la produzione di alimenti, ma rappresenta un pilastro fondamentale per la tutela del territorio, il mantenimento del paesaggio e la salvaguardia dell’ambiente. Ciriani ha sottolineato l’importanza di promuovere politiche agricole sostenibili che valorizzino le peculiarità del territorio italiano, favorendo al contempo lo sviluppo economico e sociale delle comunità rurali.


Il ruolo strategico degli imprenditori agricoli

Gli imprenditori agricoli svolgono un ruolo chiave nella valorizzazione e nella tutela del patrimonio agricolo nazionale. Attraverso la loro opera, contribuiscono alla conservazione delle tradizioni, alla promozione della qualità dei prodotti agroalimentari e alla diffusione della cultura enogastronomica italiana nel mondo. Ciriani ha evidenziato l’importanza di sostenere e incentivare gli imprenditori agricoli, riconoscendo il loro apporto determinante alla crescita e alla competitività del settore agricolo italiano.


Sfide e opportunità per il settore agricolo italiano

Il panorama agricolo italiano si trova di fronte a diverse sfide e opportunità, che richiedono un approccio strategico e innovativo per garantire la sostenibilità e la prosperità del settore. Tra le principali sfide si annoverano i cambiamenti climatici, la digitalizzazione, la tutela della biodiversità e la valorizzazione delle produzioni tipiche. Al contempo, le opportunità offerte dalla crescente domanda di prodotti agroalimentari di qualità, l’apertura ai mercati internazionali e l’innovazione tecnologica rappresentano dei driver fondamentali per lo sviluppo dell’agricoltura italiana.


Investimenti e politiche di sostegno per il settore agricolo

Per garantire la competitività e la sostenibilità del settore agricolo, è necessario promuovere investimenti mirati, politiche di sostegno e sinergie tra istituzioni, imprese e comunità locali. Ciriani ha sottolineato l’importanza di creare un ambiente favorevole all’innovazione, alla formazione professionale e all’accesso al credito per gli operatori del settore, al fine di stimolare la crescita economica e l’occupazione nelle aree rurali.


La promozione della filiera corta e della vendita diretta

Un importante driver per la valorizzazione dell’agricoltura italiana è rappresentato dalla promozione della filiera corta e della vendita diretta. Questi modelli di commercio consentono agli agricoltori di valorizzare al meglio i propri prodotti, di creare rapporti diretti con i consumatori e di garantire trasparenza e tracciabilità lungo tutta la catena produttiva. Ciriani ha evidenziato l’importanza di sostenere e incentivare la diffusione della filiera corta, riconoscendone i benefici in termini di valorizzazione delle produzioni locali e di rafforzamento del legame tra produttore e consumatore.


La sfida della sostenibilità ambientale e della tutela del territorio

La sostenibilità ambientale rappresenta una sfida cruciale per il settore agricolo italiano, che deve conciliare la produzione agricola con la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali. Ciriani ha sottolineato l’importanza di adottare pratiche agricole sostenibili, di promuovere la riduzione dell’impatto ambientale e di valorizzare le buone pratiche agricole volte alla conservazione del territorio e alla tutela della biodiversità. La promozione di modelli produttivi eco-sostenibili e l’adozione di tecnologie innovative sono fondamentali per garantire un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e in grado di rispondere alle sfide della sostenibilità globale.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use