Piante di kiwi più resistenti alle malattie grazie ai raggi ultravioletti

Piante di kiwi più resistenti alle malattie grazie ai raggi ultravioletti - Giridipasta.it

Le nuove scoperte dei ricercatori di Enea e Crea hanno evidenziato un importante miglioramento della resistenza naturale delle piante di kiwi alle malattie grazie a trattamenti con raggi ultravioletti.

Effetto dei raggi UV sulle piante di kiwi

I risultati della ricerca condotta dal team di ricercatori hanno dimostrato che più del 60% delle piante trattate con raggi ultravioletti hanno sviluppato una sensibilità ridotta alla malattia principale del kiwi, il cosiddetto ‘cancro batterico’. Questo risultato è stato possibile grazie alla produzione indotta di molecole specifiche, come carotenoidi e fenoli, che hanno potenziato le difese naturali della pianta.

Applicazione pratica della ricerca

Per l’irraggiamento delle piante, i ricercatori hanno creato un dispositivo portatile delle dimensioni di uno smartphone, con potenza e durata variabile, e un sistema di raffreddamento per mantenere stabile l’intensità dei raggi ultravioletti durante i trattamenti. Le piante trattate hanno mostrato una maggiore resistenza alle malattie rispetto a quelle non trattate, evidenziando minori segni di danneggiamento fogliare e maggiore vitalità nel tempo.

Impatto sull’ambiente e sull’agricoltura

L’effetto benefico dei raggi ultravioletti sulle piante di kiwi potrebbe rappresentare un’alternativa promettente all’uso eccessivo di fitofarmaci in agricoltura. Questo metodo offre notevoli vantaggi per l’ambiente e per la salute di consumatori e operatori del settore agricolo, riducendo l’impatto ambientale dei trattamenti fitosanitari e migliorando la qualità e la quantità dei raccolti.

Sfide dell’agricoltura moderna

Il cambiamento climatico, la moria del kiwi e il diffuso problema del cancro batterico rappresentano sfide cruciali per gli agricoltori di tutto il mondo. Il controllo di patologie come il cancro batterico del kiwi, provocato dal batterio Pseudomonas syringae pv. actinidiae , richiede attualmente l’utilizzo di approcci agronomici e chimici con impatti ambientali significativi.

Conclusioni

In conclusione, le recenti scoperte sulla resistenza delle piante di kiwi ai raggi ultravioletti offrono nuove prospettive per affrontare le sfide agricole contemporanee. Speriamo che tali ricerche possano contribuire a una maggiore sostenibilità dell’agricoltura e a una migliore protezione delle coltivazioni, favorendo un approccio più naturale e rispettoso dell’ambiente.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use