La Biobanca dell’Enea: una preziosa risorsa per l’innovazione

La Biobanca dell'Enea: una preziosa risorsa per l'innovazione - Giridipasta.it

La Biobanca dell’Enea: il tesoro dei microrganismi

La Biobanca dell’Enea rappresenta un’incredibile risorsa per l’innovazione e la ricerca scientifica. Questo straordinario serbatoio di biodiversità comprende oltre 1400 microrganismi, tra batteri, funghi, lieviti, microalghe e virus vegetali, che sono fondamentali per varie applicazioni nei settori dell’agricoltura, ambiente, beni culturali, bioenergia, qualità e sicurezza alimentare, e salute. L’Agenzia ha recentemente annunciato l’apertura del sito web ufficiale della biobanca, offrendo così un accesso più ampio a questa preziosa risorsa.

Le risorse microbiche: un patrimonio unico

Un patrimonio di inestimabile valore

I microrganismi conservati nei quattro Centri Ricerche Enea situati a Brindisi, Casaccia , Portici e Trisaia costituiscono un patrimonio unico nel panorama nazionale. Queste risorse microbiche sono state accuratamente catalogate nel corso degli anni e caratterizzate in modo approfondito, diventando una fonte inesauribile di potenzialità e possibilità. Grazie a questa ricchezza microbica, è possibile sviluppare biopesticidi, biofertilizzanti, biomasse, enzimi industriali e antimicrobici, che trovano applicazione in svariati ambiti. Dai consorzi microbici per un’agricoltura più sostenibile alla produzione di alimenti fermentati, superfood e cibi funzionali, dalla bonifica ambientale alla produzione di biocarburanti e biomateriali innovativi, la Biobanca dell’Enea è una miniera di potenziale creativo e scientifico.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use