Il Manifesto di Sostenibilità del Consorzio del Chianti Classico: Valorizzazione del Territorio e delle Tradizioni Vitivinicole

Il Manifesto di Sostenibilità del Consorzio del Chianti Classico: Valorizzazione del Territorio e delle Tradizioni Vitivinicole - Giridipasta.it

Introduzione:
Il Consorzio del Chianti Classico, il più antico d’Italia, celebra il centenario dalla sua fondazione con il lancio del ‘Manifesto di sostenibilità’. Questo documento presenta 57 regole di indirizzo e criteri volti a ispirare l’azione dei viticoltori del territorio chiantigiano, puntando alla valorizzazione della denominazione e delle tipicità locali. La presentazione ufficiale del manifesto ha avuto luogo a Firenze, nell’ambito delle celebrazioni del centenario, con la partecipazione di numerose personalità del settore vitivinicolo.

Il Percorso della Sostenibilità nel Chianti Classico:
Il ‘Manifesto di sostenibilità’ rappresenta uno strumento dedicato alla realtà e al territorio del Chianti Classico. Le 57 regole incluse nel manifesto sono mirate a promuovere la sostenibilità ambientale, sociale e culturale, spaziando dagli aspetti legati alla biodiversità alla valorizzazione del patrimonio territoriale. La direttrice del Gallo Nero, Carlotta Gori, ha sottolineato l’importanza di personalizzare l’applicazione di queste regole da parte di ciascuna azienda vitivinicola, considerandole come un abito su misura per il proprio operato. Inoltre, è stato specificato che per accedere al percorso di sostenibilità sarà necessario rispettare almeno la metà degli indirizzi proposti, garantendo un impegno concreto da parte dei produttori.

L’Identità e la Valorizzazione del Territorio:
Il presidente del Consorzio, Giovanni Manetti, ha evidenziato l’importanza di dare un’identità specifica alla sostenibilità nel contesto del Chianti Classico, enfatizzando i tratti distintivi della denominazione e del territorio di produzione. Il manifesto è stato concepito come uno strumento che possa valorizzare le peculiarità del Chianti Classico, coinvolgendo e stimolando l’azione dei viticoltori locali. A supporto di queste iniziative, è stato organizzato il convegno “Sostenibilità e identità territoriale” a Palazzo Vecchio a Firenze, con la partecipazione del ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida e rappresentanti di rinomate denominazioni vinicole internazionali.

L’Evento e le Personalità Coinvolte:
Durante il convegno dedicato alla sostenibilità e all’identità territoriale del Chianti Classico, sono state presentate le esperienze e le prospettive di denominazioni vinicole di prestigio a livello mondiale, come Champagne, Borgogna, Porto e Douro, Oregon e Barolo. Questo incontro ha offerto l’opportunità di confrontare le strategie e i valori legati alla sostenibilità e alla valorizzazione del territorio tra diverse realtà vitivinicole. Inoltre, è stato presentato il libro “Sulle tracce del Gallo Nero” , scritto da Daniele Cernilli con la collaborazione di Paolo De Cristofaro, che ripercorre la storia e le peculiarità del Chianti Classico attraverso gli occhi di esperti del settore.

In sintesi, il ‘Manifesto di sostenibilità’ del Consorzio del Chianti Classico rappresenta un importante passo verso la valorizzazione del territorio e delle tradizioni vitivinicole, promuovendo un impegno concreto per garantire un futuro sostenibile per l’intera comunità vitivinicola del Chianti Classico.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use