Fave e Pecorino: Risparmio e Gusto per le Scampagnate di Primavera

Fave e Pecorino: Risparmio e Gusto per le Scampagnate di Primavera - Giridipasta.it

Fave: Il Legume di Stagione in Ribasso

Le fave, accompagnate dal pecorino, rappresentano una tradizione culinaria per le scampagnate primaverili. Quest’anno, oltre al piacere dei sapori, c’è anche da gioire per i prezzi in ribasso rispetto all’anno precedente. Le temperature miti hanno favorito una maggiore produzione di fave, rendendo questo legume il preferito dopo i fagiolini. Secondo un’analisi della Borsa Merci Telematica Italiana per l’ANSA, l’abbondanza di fave lucane e laziali ha portato a quotazioni all’ingrosso inferiori del 20% rispetto all’anno passato. A fronte di prezzi più convenienti, la qualità delle fave disponibili nei mercati è descritta come eccellente, garantendo un sapore dolce e croccante ideale per festeggiare il primo maggio con auspici di fortuna e prosperità per tutto l’anno.

Consigli per l’Acquisto e la Conservazione delle Fave

Per assicurarsi della freschezza delle fave, è consigliabile selezionare i baccelli che presentano un colore brillante, senza macchie o screpolature, e che risultano turgidi al tatto. Un trucco per testarne la freschezza è spezzare il baccello e verificare che produca un suono simile a uno schiocco. È importante sgusciare le fave solo al momento dell’utilizzo per preservarne la consistenza e il sapore.

Pecorino: Dal Piacere al Risparmio

Per quanto riguarda il pecorino, un altro must delle tavole primaverili, i prezzi rispecchiano una tendenza al ribasso rispetto all’anno precedente. La Borsa Merci Telematica Italiana segnala una riduzione del 13,3% rispetto all’anno passato, pur registrando una crescita significativa rispetto al 2020. Dopo oscillazioni nei prezzi nel corso degli anni precedenti, la produzione in aumento ha contribuito a stabilizzare il mercato, con attuali quotazioni leggermente superiori ai 12 euro al chilo, secondo i dati della Camera di Commercio di Milano.

Tendenze di Mercato e Consigli per l’Acquisto

La riduzione dei listini del pecorino è motivata da un aumento della produzione, evidenziando una crescita del 11,1% tra ottobre 2023 e marzo 2024. Nonostante una diminuzione dei volumi delle esportazioni, si è registrato un incremento del valore del +8%. L’andamento dei prezzi attuali indica una stabilizzazione del mercato, offrendo agli acquirenti l’opportunità di gustare il pecorino con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Consigliabile quindi approfittare di questa situazione per arricchire le proprie tavole con il gusto irresistibile del pecorino durante le festività primaverili.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use