Emergenza siccità e fauna selvatica: agricoltori in protesta

Emergenza siccità e fauna selvatica: agricoltori in protesta - Giridipasta.it

Nel cuore della Sardegna, centinaia di trattori hanno preso d’assalto le strade della costa orientale in una massiccia mobilitazione indetta da Coldiretti. L’emergenza siccità e l’incremento dei danni da fauna selvatica hanno spinto gli agricoltori e gli allevatori ad alzare la voce, con particolare focus sulle zone del Sarrabus, Ogliastra, Baronia e Gallura.

Fronte di protesta a Siniscola e Tertenia

Il primo fronte di protesta ha preso avvio da Siniscola, con un lungo corteo di trattori che si è snodato lungo la statale 131 Dcn, passando per Posada e Budoni fino ad Agrustus, frazione di Budoni. Parallelamente, un secondo fronte si è formato a Tertenia, con i trattori che hanno preso la nuova statale 125 verso il poligono di Quirra per poi giungere a Villaputzu.

Richieste e proposte

Alla testa del corteo in Baronia si è distinto il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu, accompagnato dai sindaci del territorio e dalla presidente dell’Anci Daniela Falconi. In Ogliastra e Sarrabus, invece, erano presenti il direttore di Coldiretti Luca Saba e il collega di Nuoro-Ogliastra Alessandro Serra, insieme a diversi sindaci locali. Le richieste sono chiare e urgenti: dichiarare lo stato di calamità naturale, nominare un commissario straordinario per gestire l’emergenza e intervenire sulla leva fiscale con sgravi per gli agricoltori e vaucher per gli allevatori privi di foraggio.

Prossimi passi della protesta

Il lungo corteo di trattori, scortato dalle forze dell’ordine, ha causato rallentamenti su entrambi i fronti e si prevede che la protesta continuerà il 27 giugno davanti a tutte le prefetture sardo. L’ultima tappa è prevista per l’11 luglio a Cagliari, sotto il palazzo della Regione, in viale Trento.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use