Contrarietà di Cia-Agricoltori Italiani sull’emendamento stralciato: necessità di valutare attentamente la proroga dell’obbligo assicurativo

Contrarietà di Cia-Agricoltori Italiani sull'emendamento stralciato: necessità di valutare attentamente la proroga dell'obbligo assicurativo - Giridipasta.it

Cia-Agricoltori Italiani esprime preoccupazione per lo stralcio dell’emendamento sulla proroga dell’entrata in vigore dell’obbligo assicurativo per i veicoli agricoli non circolanti su strada. La proroga fino alla fine del 2024 avrebbe consentito una valutazione più accurata della direttiva Ue 2021/2118. Nonostante la decisione attuale, Cia continuerà a sollecitare le istituzioni per definire parametri più coerenti riguardo agli obblighi assicurativi.

Impatti negativi sull’economia aziendale: la posizione di Cia

Secondo Cia, l’obbligo assicurativo per mezzi principalmente impiegati staticamente all’interno dell’azienda potrebbe avere conseguenze sfavorevoli sul bilancio delle piccole e medie imprese agricole. L’associazione auspica la ricerca di soluzioni assicurative che garantiscano la copertura del rischio aziendale, oltre che del singolo bene, permettendo agli agricoltori di estendere la copertura assicurativa ai mezzi agricoli utilizzati esclusivamente all’interno dell’azienda, senza aumentare eccessivamente i costi.

La tutela del settore agricolo: la richiesta di Cia

Cia-Agricoltori Italiani continua a sottolineare l’importanza di individuare misure che tutelino il settore agricolo, consentendo agli agricoltori di operare in modo sostenibile dal punto di vista economico. La definizione di nuovi parametri per gli obblighi assicurativi è fondamentale per garantire un equilibrio tra la necessità di proteggere gli operatori del settore e la sostenibilità delle aziende agricole nel lungo termine.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use