Colli Euganei: il nuovo riconoscimento Unesco

Colli Euganei: il nuovo riconoscimento Unesco - Giridipasta.it

I Colli Euganei entrano a far parte delle Riserve Mondiali della Biodiversità Unesco

I Colli Euganei: territorio sostenibile e ricco di biodiversità

Il presidente Luca Zaia annuncia il prestigioso riconoscimento

I Colli Euganei entrano a far parte delle Riserve Mondiali della Biodiversità Unesco

Il presidente Luca Zaia annuncia il prestigioso riconoscimento

È una grande giornata per i nostri Colli Euganei: oggi hanno conquistato il riconoscimento Unesco. Sono stati iscritti nella Lista delle Riserve Mondiali della Biodiversità: luoghi esemplari in cui lo sviluppo economico, sociale e culturale è sostenibile e trae giovamento dal rispetto dell’ecosistema e della biodiversità. Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto, ha comunicato con entusiasmo l’esito dell’incontro del Consiglio intergovernativo dell’Unesco, riunito ad Agadir in Marocco, che ha decretato l’iscrizione del sito veneto dei Colli Euganei nella prestigiosa lista.

I Colli Euganei: territorio sostenibile e ricco di biodiversità

La decisione unanime dei delegati dei 35 Stati membri del Consiglio intergovernativo rappresenta un importante riconoscimento per i Colli Euganei. Questo territorio è ora incluso nella rete delle Riserve mondiali Mab Unesco, composta da 748 siti in tutto il mondo, di cui 20 in Italia. Si tratta di luoghi unici in cui è possibile garantire uno sviluppo sostenibile e un ambiente vivibile, elementi fondamentali in un contesto globale segnato da processi rapidi di urbanizzazione e consumi energetici eccessivi considerati responsabili dei cambiamenti climatici.

Il presidente Zaia celebra il record nazionale di riconoscimenti Unesco ottenuti dal Veneto, che arriva a 18 con l’inclusione dei Colli Euganei nella lista delle Riserve Mondiali della Biodiversità. Questo prestigioso titolo si somma ai 9 siti patrimonio materiale, ai 5 patrimoni immateriali e alle 4 riserve MAB già riconosciute nella regione veneta. Grazie a questo nuovo status, si aprono nuove prospettive di promozione e sviluppo per i Colli Euganei.

Il presidente Zaia sottolinea l’importanza della candidatura presentata nel 2023 dal professor Pier Luigi Petrillo, presidente del Comitato Nazionale Mab Unesco, che ha evidenziato le caratteristiche peculiari di questo territorio. Le 81 pittoresche colline vulcaniche, con il Monte Venda come punto più alto, insieme ai centri termali e alla rigogliosa pianura agricola, sono solo alcune delle caratteristiche che rendono i Colli Euganei un luogo unico al mondo. Il Parco regionale dei Colli Euganei ha giocato un ruolo fondamentale nella promozione di questa candidatura, supportata dalla costante fiducia della regione Veneto nel progetto.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use